Servizio medico



Ciascuna RSA designa nominativamente il medico al quale è attribuita la funzione di coordinamento, con particolare riferimento agli aspetti igienico sanitari, alla gestione dei farmaci e all’assistenza degli ospiti.

    La funzione di coordinamento delle attività sanitarie nelle RSA viene eseguita nell’ambito dei parametri assistenziali e comprende:

  • collaborazione nelle attività di organizzazione della vita comunitaria e nell’accoglimento degli ospiti;

  • coordinamento dei piani di intervento individuali in collaborazione con l’equipe di lavoro e controllo di qualità della cura e dell’assistenza in generale;

  • direzione dell’attività del personale infermieristico e di riabilitazione, anche sulla base delle indicazioni del medico specialista e del coordinatore dei servizi;

  • adozione, controllo e vigilanza delle norme igienico-sanitarie e di sicurezza secondo le norme vigenti;

  • predisposizione ed attuazione di misure di prevenzione nei confronti della comunità e dei singoli ospiti, secondo le norme vigenti;

  • approvvigionamento dei farmaci forniti direttamente dall’Azienda e vigilanza sul loro utilizzo;

  • organizzazione di incontri periodici con i medici che svolgono funzioni di diagnosi e cura all’interno della struttura residenziale e partecipazione ad incontri con medici coordinatori di RSA;

  • raccordo con l’Azienda e con il Distretto;

  • raccordo con i medici specialisti;

  • elaborazione di linee guida per l’organizzazione sanitaria della struttura, al fine di garantire un’omogeneità di comportamento del personale;

  • ogni altro adempimento connesso alla gestione sanitaria della struttura;

  • redazione di una relazione annuale sull’andamento dell’assistenza agli ospiti da inviare per il tramite della Direzione della RSA al Distretto di competenza e, per conoscenza, all’Assessorato alla Salute e Politiche sociali - Servizio Economia e programmazione sanitaria .

  • Il medico coordinatore, su richiesta dell’Azienda, invia l’inventario delle scorte di medicinali e di prodotti sanitari giacenti nella struttura.

    La RSA adotta tutti gli atti necessari per garantire la massima integrazione tra l'attività medica di diagnosi e cura ed il coordinamento delle attività sanitarie.

    Funzione di assistenza medica agli ospiti della struttura

    L'assistenza medico generica è assicurata mediante l’opera di medici dipendenti dalla RSA o convenzionati con la stessa.

    Per tutta la durata del ricovero in RSA è sospesa la scelta del medico di medicina generale (c. 2, art. 19 della L.P. 6/98). Il medico che opera all’interno della struttura residenziale deve essere in possesso del certificato di iscrizione all’Ordine dei Medici e di specifica copertura assicurativa per la responsabilità civile nei confronti di terzi. Lo stesso è tenuto a frequentare iniziative formative rivolte ai medici che operano nelle RSA, nell’ambito dei programmi promossi dal SSP.

    Lo svolgimento dell’attività medica comporta il rispetto dei vincoli dell’accordo collettivo nazionale e decentrato per quanto attiene massimali e incompatibilità.

    L’assistenza medica agli ospiti non autosufficienti viene assicurata dal medico dell’azienda.

    Il medico è presente presso la struttura, di norma, almeno quattro ore al giorno dal lunedì al venerdì con la reperibilità fino alle ore 20.00 dal lunedì al venerdì esclusi festivi e prefestivi. Il servizio notturno, festivo e prefestivo viene assicurato dai medici addetti al servizio di continuità. L'attività medica di diagnosi e cura deve:

  • assicurare l’assistenza medica agli ospiti della struttura residenziale con un numero di accessi settimanali e giornalieri ritenuto adeguato dalla Direzione della RSA alla tipologia ed ai bisogni degli ospiti e comunque dev’essere assicurata l’assistenza medica con i seguenti parametri, atti a consentire la rivalutazione del singolo ospite, con cadenza almeno mensile;

  • almeno due minuti al giorno ogni posto letto di base;

  • almeno quattro minuti al giorno ogni posto letto in nucleo ad alto fabbisogno assistenziale;

  • assicurare l’assistenza medica urgente nella stessa giornata della richiesta, anche al di fuori degli accessi previsti, nelle fasce orarie e nei giorni non coperti dal servizio di continuità assistenziale;

  • assumere la responsabilità complessiva in ordine alla promozione e al mantenimento della salute degli ospiti che si estrinseca in compiti preventivi, diagnostici, terapeutici, riabilitativi e di educazione sanitaria;

  • partecipare agli incontri con gli altri operatori della struttura residenziale al fine di assicurare la valutazione multidimensionale dell'ospite ed attuare e verificare i piani individuali di assistenza con l'èquipe multiprofessionale;

  • partecipare alle iniziative di aggiornamento specifico sui temi concernenti l'assistenza agli ospiti, nell'ambito dei programmi promossi dal SSP;

  • partecipare agli incontri periodici per la verifica dei programmi di attività dell'intera struttura;

  • partecipare all'attività di informazione, formazione e consulenza nei confronti dei familiari degli ospiti.

  • I famigliari possono incontrare il medico, previo appuntamento, il mercoledì dalle ore 15.30 alle ore 16.30 e il giovedì dalle 12.00 alle ore 13.00. E' possibile inoltre avere dei colloqui telefonici con il medico tutti i giorni dalle ore 12.30 alle ore 13.30.

    Assistenza specialistica

    L’Azienda, attraverso i Distretti sanitari, assicura l’assistenza specialistica in favore degli ospiti in relazione alle specialità prescritte dal medico della struttura in base alle necessità ed ai piani di assistenza individuali.

    I Distretti comunicano alle rispettive RSA le ore di specialistica che possono garantire. Qualora l’Azienda non sia in grado di soddisfare le richieste delle singole RSA, secondo il fabbisogno segnalato, queste ultime possono attivarsi autonomamente, in relazione ai bisogni dell’ospite ed ai piani assistenziali individuali, sentito il Distretto di competenza, in ordine all’appropriatezza delle medesime richieste.

    Ogni anno l’Azienda invia all’Assessorato alla Salute e Politiche sociali - Servizio Economia e programmazione sanitaria una relazione con i dati relativi alle ore effettivamente erogate (o finanziate) nell’anno precedente nelle singole RSA, distinti per branche specialistiche, che consenta il raffronto con il fabbisogno espresso dalle RSA.

    Attualmente sono garantite le seguenti tipologie di visite:

  • geriatrica;

  • cardiologica;

  • neurologica;

  • fisiatrica;

  • dermartologica.

  • Attraverso l’intervento dell’assistenza territoriale, vengono garantite le seguenti visite:

  • psichiatrica;

  • odontoiatrica.